Gratitudine: una parola ricca di significato di cui forse ogni tanto ci dimentichiamo l’esistenza. Eppure, recenti studi scientifici dimostrano che chi pratica l’abitudine della gratitudine è più felice. E nella vita ha più successo.

Oggi, in occasione della festa americana del Ringraziamento, ho deciso di dedicare l’articolo settimanale proprio alla gratitudine, pratica da inserire nelle buone abitudini quotidiane.

Cosa significa gratitudine?

gratitudineGratitudine è una “disposizione d’animo che comporta affetto verso chi ci ha fatto del bene, ricordo del beneficio ricevuto e desiderio di poterlo ricambiare“, leggiamo sul dizionario Treccani. Io aggiungo che si può provare gratitudine anche verso le cose che abbiamo e verso quello che ogni giorno possiamo fare. Un verbo molto bello che si accosta alla parola gratitudine è “nutrire”: si nutre gratitudine verso qualcuno o qualcosa. Mi piace l’idea che la gratitudine vada nutrita. Sennò, come un germoglio, non può sopravvivere né sbocciare.

Se pratichi la gratitudine…

La gratitudine ha un effetto collaterale estremamente positivo: ci obbliga a stare nel qui ed ora. Ci riporta nel presente, aumentando la nostra consapevolezza e padronanza del momento. E questo è un obiettivo prioritario per qualunque atleta! Essere consapevoli del momento, padroni sia delle nostre azioni che dei nostri pensieri è la via da percorrere per avere una mente forte in grado di far fronte alle varie sfide.

Ricordarsi di esercitare la gratitudine, inoltre, aumenta la secrezione di serotonina e quindi favorisce il buon umore: tutta chimica che aiuta le prestazioni!

Sii grato, conviene!gratitude

In vista del tuo prossimo impegno importante, ricordati: sii grato per ciò che sei, ciò che hai e ciò che puoi fare. Questo ti farà apprezzare appieno il momento che stai vivendo. Questo ti farà divertire! E questo è lo spirito giusto per affrontare la sfida, è la condizione mentale in grado di allontare inutili tensioni.

 

Alla prossima settimana!

Beatrice

 

 

About Beatrice Raso

Licensed NLP Trainer e Coach, laureata in Lingua e Letterature Straniere e laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche con interesse particolare alla Psicoterapia Breve Strategica del centro CTS di Arezzo del Prof. Nardone Ha un passato da campionessa di atletica leggera, a livello nazionale e internazionale con la vittoria allo storico Cross Cinque Mulini e il titolo italiano sui 2000 siepi (di cui è stata anche detentrice del record italiano).