Quando è giunto il momento di scegliere il nome di questa sezione dedicata allo Sport Coaching e al Life Coaching, le idee hanno iniziato a frullare nella mia mente. Non volevo qualcosa di scontato, nemmeno qualcosa di inflazionato, eppure, inizialmente, i nomi che pensavo scarseggiavano di originalità. Ho quindi deciso di cambiare strategia e mi sono chiesta: cosa vuoi che comunichi questo titolo? Ed ecco che le porte dell’immaginazione si sono spalancate… Ho iniziato a vedere un posto virtuale di scoperta, di curiosità, di interesse, di allenamento, di lavoro, di trasformazione … un laboratorio quindi!!! Da qui, l’abbreviazione LAB mi ha convinto per semplicità e facilità di memorizzazione.

E allora…partiamo proprio dal spiegare perché ho scelto di associare al Coaching l’idea di un laboratorio.

Che cos’è, innanzitutto, un laboratorio?

Derivato dal latino medievale, laboratorium, a sua volta derivato di laborare ‘lavorare’ , il termine laboratorio indica un “locale attrezzato per un’attività specifica, tecnica o scientifica, di carattere sperimentale o anche produttivo”. Inoltre, come secondo significato, troviamo “ambiente destinato all’esecuzione di lavori di artigianato, talvolta annesso a un negozio di vendita”. Infine, con un significato estensivo, “ambito di concreta verifica e di messa a punto per esperienze d’avanguardia, spec. in senso politico-sociale ma anche artistico e letterario”.

E ora capiamo perché associarlo al Coaching!

Con un po’ di ritardo rispetto al mondo americano dove ho studiato e ho imparato l’arte del Coaching fondato sulla PNL, anche in Italia finalmente si sente parlare da qualche anno della figura del Coach nei vari settori della vita e della società. Tutto questo è estremamente positivo, salvo il fatto che qualcuno fa passare l’immagine del Coach come una persona che ha tutte le risposte ed è in grado di risolvere ogni situazione: “Rivolgiti a me e la tua Vita sarà un successo!” questo è un po’ il messaggio generale che molti trasmettono.
Ebbene, non ci potrebbe essere nulla di più sbagliato!
Attraverso i miei studi presso l’NLP Society di Richard Bandler e John La Valle, che ho poi approfondito scavando nella Psicologia, nella Psicoterapia Breve Strategica, nella Scuola di Palo Alto e nelle più moderne Neuroscienze, mi si è sempre più delineata in modo chiaro la “mission” che secondo me un Coach dovrebbe avere: mettersi in gioco al 100% di fronte ad ogni persona, proprio come quando un artigiano al lavoro sa che il risultato dipenderà dalla sua arte e dal suo impegno; osservare e ascoltare questa persona, proprio come farebbe uno scienziato, per comprenderne insieme a lei stessa il funzionamento; formulare ipotesi e mettere a punto esperimenti di cambiamento, come farebbe un inventore; ragionare come uno stratega per sovvertire il punto di vista delle cose e, infine, scatenare intuito, visione futura e empatia come solo un artista d’avanguardia saprebbe fare per porre le domande giuste che guidino la persona attivamente verso il superamento delle difficoltà e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Il Coach non dà risposte, non ha risposte preconfezionate per tutti: al contrario, insegna a chi si rivolge a lui che, per ottenere risultati di ogni genere nella propria vita, è necessario un “lavoro” mentale fatto di applicazione di nuove strategie, coraggio di solcare strade nuove, voglia di sperimentare e dedizione e costanza nell’apportare piccoli grandi cambiamenti, giorno dopo giorno.

About Beatrice Raso

Licensed NLP Trainer e Coach, laureata in Lingua e Letterature Straniere e laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche con interesse particolare alla Psicoterapia Breve Strategica del centro CTS di Arezzo del Prof. Nardone Ha un passato da campionessa di atletica leggera, a livello nazionale e internazionale con la vittoria allo storico Cross Cinque Mulini e il titolo italiano sui 2000 siepi (di cui è stata anche detentrice del record italiano).
  • Michel

    Grandi Beatrice e Raffaella!!! Idea super per farci conoscere e tenerci aggiornati su tutto quello che fate!!!!

  • Raffaella Brutto

    Grazie Bea x aver accetato questa collaborazione!

  • Beatrice Raso

    Grazie Michel per il tuo sostegno! E grazie Raffy per aver condiviso con me l’idea: è un onore e un piacere lavorare con te, che sei un esempio di Atleta e un’esplosione di energia positiva! Faremo grandi cose…tenetevi prontiiiiii!!!

  • Elio

    Bel progetto! Brave ragazze! Trasmettete energia e positività a 360*!

    • Beatrice Raso

      Grazie Elio! Dietro c’è passione, divertimento e voglia di mettersi sempre in gioco per vedere.. l’effetto che fa! Perché ogni istante può essere sempre un nuovo inizio… no?!? 😉

  • I will without delay take your hands on your rss when i can’t find your e-mail subscription link
    or e-newsletter service. Do you might have any? Kindly let me recognise so that I could subscribe.
    Thanks.

    • Beatrice Raso

      thank you! yes, you can subscribe!