Canottaggio: sorprendente bronzo nel 2 Senza e quarto posto nel doppio

canoa_675Finale 2 Senza M: Quando meno ce lo si aspetta, le medaglie arrivano. Di Costanzo e Abagnale, rispettivamente di Castellamonte e dei Quartieri Spagnoli di Napoli, hanno compiuto l’impresa ieri vincendo una bellissima medaglia di bronzo in una finale condotta senza discussione dalla Nuova Zelanda, ma giocata fino agli ultimi metri tra Sud Africa, Italia e Gran Bretagna. In un lago che ieri non corrispondeva proprio alle loro caratteristiche, i due azzurri affermano di aver vogato “con il cuore e con la testa, senza mai aver paura”. Una medaglia costruita con impegno e sacrificio, una medaglia davvero bella che arriva in una barca, il 2 Senza, molto difficile.

Oro ai neozelandesi Eric Murray e Hamish Bond, imbattuti dal 2009 e campioni olimpici per la seconda volta consecutiva, argento ai sudafricani Lawrence Brittain e Shaun Keeling.

Finale doppio M: gli equipaggi della Croazia, imbattuta dal 2014, e della Lituania, sono scappati in testa fin dai primi metri. I finanzieri Fossi e Battisti (Battisti argento a Londra 2012), se la sono dovuta veder con un forte quipaggio norvegese che soffia loro il bronzo. Quarto posto per loro, bravi per essere arrivati in finale ed essersi battuti fino all’ultimo! Sono giovani e sicuramente hanno tanta altra strada da fare, tante altre vogate li aspettano.

Finale 4 Senza pesi leggeri M: un altro quarto posto, purtroppo, per il quartetto Goretti, Oppo, La Padula e Ruta, quest’ultimo soprannominato “la voce dell’umiltà” perché ha sempre lottato con grande umiltà per arrivare così in alto, dietro una Svizzera molto forte (oro), una Danimarca (argento) che se l’è giocata fino all’ultimo e una Francia che la rimonta proprio nell’ultima parte di gara soffiandoci il bronzo.

Guardando a domani, Giuseppe Vicino, Matteo Castaldo, Matteo Lodo e Domenico Montrone portano l’Italia a qualificarsi in finale nel “quattro senza” maschile con il tempo di 6:16:54. Davanti a loro Australia a 6:11:82 e Sudafrica a 6:15:22. La finale per le medaglie si disputerà domani alle 16:24, una gara alla quale parteciperanno anche gli altri tre equipaggiamenti derivanti dalla seconda semifinale: Gran Bretagna, Canada e Paesi Bassi.

Speriamo vada meglio domani nel 4 Senza ! Forza azzurri!

Volley M: avanti tutta!

I ragazzi allenati dal ct Blengini schiaccia letteralmente il Messico nella terza partita del girone A con un bel 3-0 (25-17, 25-13, 25-17). La nostra nazionale mantiene così la testa del girone dove ci sono ancora due partite da giocare: l’obiettivo è sicuramente quello di mantenere il ritmo vincente. Sapranno riscattare anche la squadra femminile, eliminata prematuramente?

Carabina 3p 50 m F: la tensione fa tremare la carabina di Petra

Petra-Zublasing-800x533

Petra Zublasing, storica fidanzata di Niccolò Campriani, conquista la finale, la affronta con alti e bassi nelle due posizioni in ginocchio e a terra. Quando il gioco si fa duro, ovvero si passa alla posizione in piedi, gli errori fioccano perché le carabine sembrano muoversi da ogni parte e anche le più forti commettono degli errori, ma Petra ci illude per un momento di avere la freddezza e la determinazione giuste per fare la differenza. Invece, sarà stato il peso degi ultimi colpi ad eliminazione diretta, ma la nostra Petra deve accontentarsi di un amaro quarto posto. In tribuna, Niccolò ha sofferto tutta la gara con lei. Sa bene cosa significhi la tensione degli ultimi tiri nella finale 3p 50 m: oggi vedremo anche lui!

Ginnastica artistica Finale All-Around: strepitosa, potentissima Simon Biles!

BN-PJ194_BILES0_P_20160811170913

Ha una potenza e un’esplosività che fanno di lei la rappresentante della ginnastica pura. Simon Biles incanta letteralmente al corpo libero ottenendo 15.933 e vince l’oro con 62.198 punti. Doppietta americana perché l’argento va ad Alexandra Raisman con 60.098 e bronzo alla russa Aliya Mustafina con 58.665.

Calotta Ferlito chiude al 12° posto con 56.958, mentre Vanessa Ferrari è al 16° posto con 56.541. Si difendono bene le nostre azzurre, migliorando molto il punteggio e la classifica di qualifica.

Pallanuoto

Secondo successo consecutivo per il Setterosa. Le azzurre si sono imposte sull’Australia per 8-7 (4-2, 0-1, 2-3, 2-1). Protagonista la Garibotti che con una tripletta è stata la migliore realizzatrice italiana.

Tutti gli altri risultati

Nuoto: STREPITOSO PHELPS, COME LUI NESSUNO MAI!

Alle 23.12 brasiliane, in vasca a Rio si attendono i 200 misti. C’è anche lui. E non ce n’è per nessuno, come non ce n’è stato a Londra, pechino, Atene. Phelps, rimo uomo nel nuoto a vincere per la quarta volta la stessa gara in quattro Olimpiadi diverse. Sempre lui. Inarrestabile e inafferrabile. Conquista la 22 medaglia olimpica 

50 m sl M: Luca Dotto, pur migliorando ulteriormente il proprio record personale (21’84), si ferma alla semifinale restando fuori dalla finale per soli 4 centesimi nella batteria vinta da Ervin. A dominare la semifinale, il campione in carica di questa velocità: Florent Manaudou ipoteca l’oro con una subacquea impeccabile ed una straordinaria progressione negli ultimi 25 che gli permettono di chiudere senza diritto di replica in 21’32.

Finale 200 m rana F: si conferma la giapponese Rie Kaneto: con una grandissima prestazione si aggiudica la medaglia d’oro con un significativo 2’20”30

Finale 100 m sl F: la vittoria con sorpresa è andata alla statunitense Simone Manuel e alla canadese Penny Oleksiak, che hanno stabilito ex aequo il nuovo record olimpico di 52″70. La medaglia di bronzo è andata invece alla svedese Sarah Sjöström.

Finale dei 200 m dorso M: gran bella gara domata da un eccezionale Ryan Murphy, già campione olimpico dei 100 dorso, che si conferma re indiscusso anche nella doppia distanza, fermando i ltmepo su 1’53”42, davanti all’australiano Mitchell Larkin (argento). Medaglia di bronzo al russo Rylov, che cede nell’ultima vasca allo strapotere americano.

Tennis: Sara Errani e Roberta Vinci si fermano ai quarti del torneo di doppio. Le azzurre sono state sconfitte dalla coppia della Repubblica Ceca, Safarova-Strycova, con il punteggio di 2-6, 6-4, 6-4.

Fabio Fognini è stato sconfitto al terzo turno dallo scozzese Andy Murray con il punteggio di 6-2, 2-6, 6-3.

Torneo di Doppio Misto: gli azzurri Fabio Fognini e Roberta Vinci battuto la coppia francese Mladenovic-Herbert per 2-1 (6-4; 3-6; 10-8) ed hanno conquistato l’accesso ai quarti di finale nei quali affronteranno la coppia statunitense V.Williams/Ram

Beach Volley: torneo maschile: destino beffardo. Le due coppie italiane si affronteranno negli ottavi di finale: Carambula-Ranghieri vs Lupo-Nicolai. Torneo femminile: la coppia Giombini-Menegatti è stata ripescata come una delle migliori terze classificate, accedendo così al tabellone degli ottavi.

Rugby:Rugby a 7 maschile: Fiji ha vinto l’oro olimpico nella finale contro la Gran Bretagna imponendosi 43-7. È la prima storica medaglia alle olimpiadi per lo stato oceanico.

Scherma: Spada a squadre femminile: la Romania ha battuto 44-38 la Cina nella finale per l’oro olimpico. La Cina aveva vinto l’oro in questa specialità a Londra 2012. Bronzo alla Russia. Le azzurre non erano presenti in questa disciplina.

Golf : Terminato il ‘Primo Giro’ del Golf maschile. Matteo Manassero è 11esimo a -2, mentre Nino Bertasio è 34esimo a +1

 

Il programma di oggi

La giornata olimpica inizierà alle ore 14 italiane. Oggi si assegneranno medaglie in 25 discipline: Sport Equestri, Canottaggio, Tiro (Carabina a terra 50m maschile; Skeet femminile), Atletica e tanto altro! Imperdibile la finale della carabina a terra 50 m con il nostro Niccolò Campriani!

12:30 GOLF maschile – secondo giro: MATTEO MANASSERO, NINO BERTASIO

14:00 TIRO A SEGNO maschile – Carabina 50 metri a terra, qualificazioni: MARCO DE NICOLO, NICCOLO’ CAMPRIANI

14:52 CANOTTAGGIO femminile – 2 di coppia pesi leggeri, FINALE: eventuale VALENTINA RODINI, LAURA MILANI

15:00 EQUITAZIONE – Dressage, prova a squadre FINALE

15:04 CANOTTAGGIO maschile – 2 di coppia pesi leggeri, FINALE: eventuale MARCELLO MIANI-ANDREA MICHELETTI

15:20 PALLANUOTO maschile – Girone B, Croazia-ITALIA

15:24 CANOTTAGGIO femminile – 2 senza, finale: eventuale ALESSANDRA PATELLI-SARA BERTOLASI

CANOTTAGGIO maschile – 4 senza, FINALE:  eventuale MATTEO LODO-DOMENICO MONTRONE-GIUSEPPE VICINO-MARCO DI COSTANZO

16:00 TIRO A SEGNO maschile – Carabina 50 metri a terra, FINALE: eventuale MARCO DE NICOLO, NICCOLO’ CAMPRIANI

16:10 ATLETICA femminile – 10000 metri, finale: VERONICA INGLESE

18:05 VELA femminile – Laser Radial, regate 7-8: SILVIA ZENNARO

18:05 VELA femminile – RS:X – regate 10-12: FLAVIA TARTAGLINI

18.05 VELA maschile – 49er, regate 1-3: RUGGERO TITA, PIETRO ZUCCHETTI

18:05 VELA femminile – 49er FX, regate 1-3: GIULIA CONTI, FRANCESCA CLAPCICH

18:15 VELA maschile – Laser, regate 7-8: FRANCESCO MARRAI

18:15 VELA femminile – 470, regate 5-6: ELENA BERTA, ALICE SINNO

18:15 VELA maschile – RS:X, regate 10-12: MATTEO CAMBONI

19:30 ATLETICA maschile – 20 km di marcia, FINALE

20:00 TIRO A VOLO femminile – Skeet, finale: eventuale DIANA BACOSI, CHIARA CAINERO

20:00 VOLLEY femminile – Gruppo B, Stati Uniti-ITALIA

20:35 GINNASTICA femminile – Trampolino elastico individuale, finale

21:27 TIRO CON L’ARCO maschile – Individuale FINALE per il BRONZO: eventuale MAURO NESPOLI

21:43 TIRO CON L’ARCO maschile – Individuale, FINALE: eventuale MAURO NESPOLI

22:00 SCHERMA maschile – Fioretto prova a squadre, finale per il bronzo: eventuale ANDREA CASSARA’, GIORGIO AVOLA, DANIELE GAROZZO

23:15 SCHERMA maschile – Fioretto prova a squadre, FINALE: eventuale ANDREA CASSARA’, GIORGIO AVOLA, DANIELE GAROZZO

3:03 NUOTO femminile – 200 metri dorso, FINALE

3:12 NUOTO maschile – 100 metri farfalla, FINALE

3:20 NUOTO femminile – 800 metri stile libero, FINALE

3:44 NUOTO maschile – 50 metri stile libero, FINALE

About Beatrice Raso

Licensed NLP Trainer e Coach, laureata in Lingua e Letterature Straniere e laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche con interesse particolare alla Psicoterapia Breve Strategica del centro CTS di Arezzo del Prof. Nardone Ha un passato da campionessa di atletica leggera, a livello nazionale e internazionale con la vittoria allo storico Cross Cinque Mulini e il titolo italiano sui 2000 siepi (di cui è stata anche detentrice del record italiano).