Emozioni incredibili nella carabina 3p: Campriani è ancora oro!

campriani_2_ferraro

È un regalo questo oro” commenta Niccolò Campriani alla fine di una finale con il fiato davvero sospeso fino all’ultimo tiro, anzi addirittura dopo l’ultimo tiro. Sì, perché nell’ultima delle 3 posizioni (a terra, in ginocchio, in piedi), la più difficile, all’ultimo tiro di Niccolò la medaglia d’oro sembrava ormai nelle mani del russo Kamenskiy a causa  di un tiro apparentemente non sufficiente del nostro azzurro, un 9.2. E, invece, il russo non ha retto la pressione del momento e, nello stupore generale, primo tra tutti Niccolò, ha ottenuto soltanto un 8.3: ed è la seconda medaglia d’oro per Campriani a Rio 2016! Il francese Alexis Raynaud che si è fermato alla medaglia di bronzo.

BacioPer chi non conosce la storia di Niccolò Campriani, potete leggere nel nostro precedente articolo le vicissitudini vissute dopo Pechino 2008 http://www.surfare.eu/niccolo-campriani-ricordati-dimenticare-la-paura/ e il risultato strepitoso ottenuto anche nella carabina 10 m qualche giorno fa http://www.surfare.eu/rio-giorno-3-brilla-campriani-sorride-maliziosamente-la-pellegrini/. E allora potete capire quanto vale questo oro, per questo ragazzone toscano, ingegnere che ama girare il mondo e che ama la sua Petra Zublasing (vedi nella foto il bacio dopo aver vinto l’oro), tiratrice azzurra anche lei. Perché sono stati anni duri, di lavoro su di sé, nei quali era arrivato ad odiare il suo sport. Ed era arrivato completamente scarico da un punto di vista psicofisico a questa finale, complice l’adrenalina per la vittoria dell’oro l’8 agosto e le emozioni legate alle gare di Petra. Non ne poteva più, ammette umilmente. Ha tirato quell’ultimo colpo non cercando il copo perfetto, ma cercando di tirare il prima possibile, al meglio di quello che i suoi nervi gli consentivano. Questo ha fatto sì che la responsabilità della vittoria fosse nelle mani del russo, che però è rimasto schiacciato dalla tensione incredibile, e forse incomprensibile per chi non ha mai provato, che accompagna l’ultimo tiro di una finale olimpica qundo ci sono solo il silenzio, una carabina che pesa e che sembra non stare mai ferma e un bersaglio a 50 m.

Brava, brava, brava Tania Cagnotto nel trampolino 3m: un bronzo che vale oro!

TaniaEra quello che ci voleva. Proprio come la ciliegina sulla torta per chiudere al meglio una lunga e splendida carriera da vera atleta, durante la quale ha assaporato le gioie e i dolori dello sport, le soddisfazioni, le delusioni, i momenti di esaltazione e di sconforto. Lei che aveva annunciato che avrebbe smesso in ogni caso dopo questa olimpiade, stanca di troppe tensioni e sacrifici. Ma la sua caparbietà è stata premiata: Tania Cagnotto  ce l’ha fatta nell’ultima gara della sua carriera, la finale tre metri trampolino. Dopo la medaglia nel sincro con la Dallapé, la nostra azzurra ha conquistato un bronzo che vale oro, una medaglia difficilissima vista l’agguerrita concorrenza delle cinesi Shi Tingmao (oro) ed He Zi (medaglia d’argento) e della canadese Jennifer Abel (quarto posto). È il suo ultimo tuffo, pagato 81 punti, che le fa agguantare la medaglia di bronzo. Lacrime di gioia scendono sul suo viso. Brava Tania, te lo meriti!!!!che-carini-i-cinesi-2

Spettacolo nello spettacolo, dopo la premiazione delle due cinesi e della nostra azzurra, colpo di scena: un ragazzo della squadra cinese scende in piscina e, inginocchiato in mondo visione, chiede la mano a He Zi!!! Il pubblico esulta e la ragazza cinese mostra compostamente la sua emozione. La risposta è si!!!

Spada a squadre maschile: argento per il nostro quartetto che cede alla Francia

( from L) Marco Fichera , Enrico Garozzo ,Paolo Pizzo , Andrea Santarelli for Italy show silver medals win Men's Epée Team gold Medal Italy France match of the Rio 2016 Olympic Games Fencing events at the Carioca Arena 3 in the Olympic Park in Rio de Janeiro, Brazil, 15 August 2016. Ansa / Ciro Fusco

L’Italia entra in finale per l’oro ma purtroppo i ragazzi Fichera, Pozzo, Garozzo e Santarelli, pur essendosi battuti con tenacia fino all’ultimo, si sono dovuti arrendere alla squadra francese, favorita già sulla carta, secondo pronostico. Jerent, Borel e Lucenay si sono confermati superiori agli azzurri, dominando la finale sin dall’inizio. L’Italia deve accontentarsi della medaglia d’argento. L’Ungheria ha battuto 39-37 l’Ucraina nella finale per il 3°/4° aggiudicandosi il bronzo.

Atletica: Bolt è leggenda con il terzo oro olimpico consecutivo sui 100 m!!! Record del mondo sui 400 m maschili


Finale 100 m maschili: Ancora il fulmine, l’uomo più veloce del mondo, Usain Bolt: in un’arena con il fiato sospeso, con quella tensione che si taglia con il coltello e che precede soltanto la finale dei 100 m, è lui ad assicurarsi la medaglia d’oro con con 9.81. Il tempo rappresenta il suo miglior stagionale, seppur lontano dal suo stesso record del mondo di 9.58. Terza medaglia olimpica consecutiva nei 100m per il giamaicano dopo Pechino 2008 e Londra 2012. Justin Gatlin (America), suo eterno rivale, si è piazzato al secondo posto con 9.89 e Andre De Grasse (Canada), terzo con 9.91.

Maratona femminile: vittoria per Jemima Jelagat Sumgong (Kenya) con il tempo di 2:24:04. Argento per Eunice Jepkirui Kirwa (Bahrein) a +0:09 e bronzo per Mare Dibaba (Etiopia) +0:26. Le azzurre: 13esima Valeria Straneo (2:29:44) e 25esima   (2:33:29). Anna Incerti, invece, non è riuscita a completare la corsa per una distorsione alla caviglia.

Salto triplo femminile: medaglia d’oro per Caterine Ibargüen (Colombia) con 15.17m; medaglia d’argento per Yulimar Rojas (Venezuela) con 14.98m; medaglia di bronzo per Ol’ga Rypakova (Kazakistan) con 14.74m.

Finale 400m maschile: medaglia d’oro per Wayde van Niekerk, con nuovo record del mondo di 43.03! Medaglia d’argento per Kirani James (Grenada) e medaglia di bronzo per LaShawn Merritt (Stati Uniti).

400m piani femminili: l’azzurra Libania Grenot si è qualificata per la finalissima in programma martedì alle 03:45 del mattino. La Grenot è arrivata terza nella sua batteria, ottenendo la qualificazione con il tempo di 50.60s, il sesto in assoluto.

Tutti gli altri risultati

Tennis:

Singolare maschile: Andy Murray (Gran Bretagna) ha vinto la medaglia d’oro battendo in finale uno straordinario Juan Martin Del Potro (Argentina), che durante il torneo ha eliminato prima Nole Djokovic e poi Rafa Nadal. Il britannico, già medaglia d’oro a Londra 2012, ha vinto in 4 ore e 4 minuti con il punteggio di 3-1 (7-5; 4-6; 6-2; 5-7)

Per Rafa Nadal è invece sfumata anche la medaglia di bronzo. Lo spagnolo ha perso contro il giapponese Kei Nishikori nella finale per il 3°/4° posto, accusando anche la fatica fatta ieri nella semifinale contro Del Potro. Risultato di 2-1 (6-2; 6-7; 6-3) in favore del giapponese, che si aggiudica dunque la medaglia di bronzo.

Doppio Misto: Sock-Mattek Sands hanno vinto la medaglia d’oro battendo 2-1 (6-7; 6-1; 10-7) in finale i connazionali V.Williams e Ram.

Ciclismo: Omnium maschile: dopo le prime 3 prove, Elia Viviani è secondo in classifica con 104 punti. Solo due i punti di vantaggio per il francese Thomas Boudat.

Pallanuoto: Torneo Maschile: ‘Settebello‘ sconfitto dagli Stati Uniti per 10-7 (2-4, 3-2, 3-1, 2-0). Nei quarti di finale, in programma martedì, affronterà la 2a del Gruppo A (ancora da definire)

Pallavolo: Torneo femminile: le azzurre di Bonitta, già eliminate, hanno chiuso la loro olimpiade battendo 3-0 (25-14, 25-13, 25-22) la nazionale di Porto Rico.

Nuoto Sincronizzato: Linda Cerruti e Costanza Ferro hanno chiuso al sesto posto al termine del programma libero con 91.1333. Lunedì alle ore 16 il programma tecnico.

Ginnastica Artistica: ancora SIMONE BILES, ginnasta più forte di sempre:

Parallele asimmetriche femminile: medaglia d’oro per Alija Mustafina (Russia); medaglia d’argento per Madison Kocian (Stati Uniti); medaglia di bronzo per Sophie Scheder (Germania).

Volteggio femminile: medaglia d’oro per Simone Biles (Stati Uniti); medaglia d’argento per Marija Paseka (Russia); medaglia di bronzo per Giulia Steingruber (Svizzera)

Cavallo con maniglie maschile: medaglia d’oro per Max Whitlock (Gran Bretagna); medaglia d’argento per Louis Smith (Gran Bretagna); medaglia di bronzo per Alexander Naddour (Stati Uniti)

Golf: Individuale maschile: medaglia d’oro per il britannico Justin Rose (201); argento per lo svedese Henrik Stenson (202); bronzo lo statunitense Matt Kuchar (208). 33esimo Matteo Manassero (213) e 39esimo Nino Bertasio (215).

Vela: RS:X femminile: medaglia d’oro per la francese Charline Picon (Francia); argento per Chen Peina (Cina); bronzo per la russa Stefania Elfutina (Russia). L’azzurra Flavia Tartaglini ha pagato la totale assenza di vento e, dopo aver dominato le eliminatorie, ha chiuso al sesto posto.

RS:X maschile: medaglia d’oro per l’olandese Dorian van Rijsselberghe; medaglia d’argento per Nick Dempsey (Gran Bretagna); medaglia di bronzo per Pierre Le Coq (Francia). Decimo posto per l’azzurro Mattia Camboni.

Lotta: Greco-romana maschile 59 kg: medaglia d’oro per Ismael Borrero Molina (Cuba) e medaglia d’argento per Shinobu Ota (Giappone). medaglie di bronzo per Elmurat Tasmuradov (Uzbekistan) e Stig André Berge (Novergia)

Il programma di oggi

LUNEDÌ 15 AGOSTO (orari italiani)

E mentre l’Italia sarà a grigliare e a festeggiare il Ferragosto, a Rio oggi si assegneranno medaglie in 18 discipline: Nuoto di fondo (Maratona 10km femminile), Sport Equestri (Dressage Individuale), Pugilato (Pesi welter 69 kg maschile; Pesi massimi 91 kg maschile), Lotta (Greco-romana maschile 85 kg; Greco-romana maschile 130 kg), Ciclismo su pista (Omnium maschile), Sollevamento Pesi (Maschile oltre 105kg), Vela (Classe Laser Radial femminile; Classe Laser maschile), Ginnastica Artistica (Anelli maschile; Volteggio maschile; Trave femminile) e Atletica (Lancio del martello femminile; 3000m siepi femminile; Salto con l’asta maschile; 800m maschile; 400m femminile)

14:00 NUOTO femminile – 10km, finale

15:00 EQUITAZIONE – Dressage, prova individuale

15:40 ATLETICA femminile – Lancio del martello, finale

16:15 ATLETICA femminile – 3000 metri siepi, finale

18:05 VELA femminile – Laser, medal race

19:00 GINNASTICA ARTISTICA maschile – Anelli, finale

19:05 VELA maschile – Laser, medal race

19:52 GINNASTICA ARTISTICA maschile – Volteggio, finale

20:42 GINNASTICA ARTISTICA femminile – Trave, finale

22:00 LOTTA maschile – Grecoromana 85kg, finali per il bronzo

22:23 CICLISMO SU PISTA maschile – Omnium, sesta prova

22:30 LOTTA maschile – Grecoromana 85kg, finale per l’oro

23:00 LOTTA maschile – Grecoromana 130kg, finali per il bronzo

23:30 LOTTA maschile – Grecoromana 130kg, finale per l’oro

0:00 SOLLEVAMENTO PESI maschle -105kg, final

0:15 BOXE maschile -91kg, finali

1:30 VOLLEY maschile – Gruppo A, Italia-Canada

1:35 ATLETICA maschile – Salto con l’asta, finale

3:45 ATLETICA femminile – 400 metri, finale

About Beatrice Raso

Licensed NLP Trainer e Coach, laureata in Lingua e Letterature Straniere e laureanda in Scienze e Tecniche Psicologiche con interesse particolare alla Psicoterapia Breve Strategica del centro CTS di Arezzo del Prof. Nardone Ha un passato da campionessa di atletica leggera, a livello nazionale e internazionale con la vittoria allo storico Cross Cinque Mulini e il titolo italiano sui 2000 siepi (di cui è stata anche detentrice del record italiano).